La storia

Dal 1966 D’Auria è il connubio
fra tradizione e avanguardia

Sergio D’Auria è un ragazzo innamorato della musica Jazz che negli anni ‘50 esaudisce il suo sogno e diventa un musicista di fama internazionale.
A un certo punto però il suo estro e la sua passione per il bello vengono attratti
da un’attività che in questo periodo sta cambiando il mondo e continua a rinnovarsi:
quella della stampa. Senza mai abbandonare l’amore per la musica, torna
nella sua città, Ascoli Piceno: è proprio qui che Sergio vuole esprimere
la sua creatività e idea di arte attraverso la tipografia. Per questo, nel 1966,
si avventura nella gestione di un’antica tipografia artigiana nel cuore
della sua cittadina, la Tipografia Tassi, già Stamperia Camerale Cardi,
fondata nel 1849. Con un senso organizzativo innato, l’enorme impegno profuso
e la sua lungimiranza, dà vita a un’attività già da allora improntata all’innovazione
e all’uso di tecnologie all’avanguardia. È così che negli anni ‘70 la sua tipografia cresce nell’ambito della progettazione grafica, della prestampa, della stampa offset, della legatoria e della cartotecnica. Tutto ciò è reso possibile anche grazie
alla presenza di Rita, moglie, madre e compagna inseparabile, sempre al fianco
di Sergio per incoraggiarlo e sostenerlo.

Ad oggi il Gruppo D’Auria è fra i primi
40 operatori grafici d’Italia

Il 1991 segna l’inizio di una grande svolta. Senza mai dimenticare l’attenzione artigianale per la lavorazione dei prodotti, Sergio D’Auria decide di far evolvere
la sua attività e fare un salto di qualità passando alla forma industriale
e cambiando il nome dell’azienda in “Grafiche D’Auria S.r.l.”. Dalla sede originaria del centro storico si passa così a uno stabilimento nella zona industriale di Ascoli Piceno, all’interno di uno spazio più idoneo a ospitare i nuovi macchinari
di produzione professionali. Il salto tecnologico consente di espandere la visione oltre confine, attirando una clientela anche internazionale, grazie all’acquisita capacità di gestire contemporaneamente commesse di diversa e più ampia scala. In questi anni di intensissima attività si affiancherà a Sergio il figlio maggiore Cristiano, oggi Amministratore dell’azienda ed il figlio minore Emiliano. Sempre più proiettato verso il mercato globale, il Gruppo D’Auria decide di lanciarsi
in una nuova sfida: la produzione industriale di packaging. Nel 1998
con l’acquisizione di una società cartotecnica, l’azienda entra nel mercato
del packaging e in particolare delle shopping bags manuali, diventando
di quest’ultime produttore leader in Europa.

Nel 2003 Grafiche D’Auria S.r.l.  diventa D’Auria Printing S.p.A. Alla tradizionale stampa Offset si affianca quella Roto offset, per la produzione in larga scala di riviste e depliants destinati alla grande distribuzione. Questi cambiamenti vanno in parallelo con la progettazione nel 2003 di un nuovo stabilimento al confine tra Marche
e Abruzzo, nel comune di Sant’Egidio alla Vibrata (TE). L’edificio porta la firma dell’architetto Sandro D’Auria, fratello di Sergio. Oggi Sergio ha passato il testimone
al figlio Cristiano ed è tornato al suo primo amore: la musica. Il Gruppo D’Auria, attualmente detenuto dai fratelli Cristiano ed Emiliano, grazie alla sua struttura all’avanguardia, completa e competitiva, si è sempre impegnato e si impegna tuttora ad affrontare le nuove sfide del mercato globale. Lo dimostra anche D Print Europe,
la realtà produttiva più giovane del Gruppo, nata a Tirana nel 2017 e oggi un vero
e proprio hub per la produzione della cartotecnica manuale, in particolare legata
a shopping bags e boxes. Un percorso sempre in equilibrio tra tradizione e visione avanguardista, iniziato da un musicista innamorato dell’arte: è proprio grazie a questo che il Gruppo D’Auria è riuscito ad affermarsi tra i migliori 40 operatori grafici d’Italia.